10 luglio 2017

La camera azzurra - Georges Simenon {Recensione no-spoiler}

Buongiorno a tutti lettori e bentornati sul blog!

Oggi vi parlo di un libro che mi ha stregata: La camera azzurra di Georges Simenon
È il primo libro di questo autore che leggo, ne avevo sempre sentito parlare molto bene e ora sono qui per confermarvi questa opinione. La recensione oggi la scrivo in maniera un po' diversa rispetto alle altre, perché ho finito questo libro in una notte, proprio perché non riuscivo a smettere di leggere. La mattina dopo ho sentito il bisogno di mettere subito per iscritto le mie sensazioni, quindi ho scritto molto di getto.
Se cercate un libro che vi tenga incollati alle pagine dall'inizio alla fine, è questo.

La camera azzurra Georges Simenon recensione Felice con un libro

Titolo: La camera azzurra
Autore: Georges Simenon
Editore: Adelphi
Data pubblicazione: 1964
Pagine: 153

RECENSIONE:

Il protagonista di questo romanzo è Tony Falcone , un uomo sulla trentina che da poco si è messo in proprio e che vive insieme alla moglie e alla figlia piccola. E che cos'è la camera azzurra del titolo? È la stanza di albergo in cui Tony occasionalmente ha degli incontri passionali con la sua amante, Andrée.

Il narratore ci racconta la vita di Tony, la sua relazione adultera e le sue sensazioni negli ultimi mesi trascorsi. Questo racconto è continuamente intrecciato con gli avvenimenti del tempo presente. Presente in cui il protagonista stesso ci spiega quello che è successo, rispondendo ad alcune domande. Tony infatti si trova in prigione, ed è sottoposto a continui interrogatori.

Si capisce quindi fin da subito che questo personaggio è accusato di qualcosa, che un fatto tragico è avvenuto anche se non sappiamo quale. La domanda infatti che sorge subito spontanea nel lettore è: Che cosa è successo? Perché Tony è in prigione? 

Se siete il tipo di lettori che vogliono tutto e subito questo libro non fa per voi. Fin dall'inizio infatti si instaura un senso di attesa e di suspense nel lettore, che sente la costante presenza della tragicità della situazione pur non sapendo effettivamente quello che è successo. Da un momento all'altro ci si aspetta di scoprire qualcosa di terribile e devastante e ogni pagina viene letta quasi con frenesia, spinti dalla voglia di capire gli avvenimenti.
Questo è il motivo per cui ho iniziato il libro una mattina, e la sera mi sono ritrovata a leggerlo fino a notte: avevo bisogno di finirlo.

La camera azzurra è un libro intrigante e incalzante, uno di quei romanzi che, arrivato ad un certo punto, non puoi più chiudere. Un romanzo che ti tiene incollato alle pagine fino alla fine. Non mi capitava di rimanere così stregata da un libro da tantissimo tempo e non mi aspettavo che mi succedesse proprio con questo.

Già nelle prime 50 pagine il protagonista mi ha dato la sensazione di essere quasi apatico, privo di emozioni, un uomo che racconta avvenimenti e sensazioni senza partecipazione, quasi fosse un registratore. Ho avuto la sensazione che fosse come confuso, un uomo che non riesce ad esprimere quello che prova, di fronte alle domande dell'interrogatorio. Mi sono quindi dovuta ambientare un po' a questo tipo di narrazione ma, entrataci dentro, non ne sono più uscita.

Una volta conclusa la lettura ho capito che la scrittura che Simenon ha deciso di utilizzare è perfetta per questo libro. Finita l'ultima pagina tutti i tasselli, lo stile, la narrazione, gli atteggiamenti che potevano sembrare strani, sono risultati perfettamente in linea con quello che è scritto nel romanzo.

Questo libro è come una corsa velocissima che vi lascerà senza fiato.

Inizialmente ci troviamo davanti un personaggio che non ci piace, un uomo debole che tradisce la moglie. Piano piano iniziamo a farci un'idea di quello che potrebbe essere successo e andiamo avanti spinti dalla curiosità. Ad un certo punto il ritmo diventa sempre più serrato, la storia si rivela essere molto più complessa di quello che si pensava, e improvvisamente ci ritroviamo in ansia proprio per quel protagonista poco simpatico che è Tony .

Per me è stato un libro travolgente.
Non saprei come altro descriverlo.
Avete presente cosa significa finire un romanzo e sentire il cuore battere all'impazzata per 10 minuti? Ecco, La camera azzurra fa questo effetto.

Simenon è in grado di trasmettere emozioni fortissime con questo libro anche grazie al modo geniale in cui ha deciso di strutturarlo. Il lettore inizia ad approcciarsi alla storia, e piano piano ad affezionarsi alle vicende narrate e ai personaggi. Sa che presto arriverà una notizia tragica e inizia a fare supposizioni su quale questa possa essere. Inevitabilmente inizia a dare giudizi sui personaggi, a farsi un idea di chi possa essere la vittima e chi il colpevole.
E poi a un certo punto, rimane spiazzato, sconvolto. O per lo meno a me è successo così.

Perché avevo sbagliato a giudicare, perché mi ero affezionata a questa storia, che è tanto realistica e comune da poter essere la storia di tantissime persone.
Perché una volta esplicitata la tragedia, vengono a galla finalmente anche i sentimenti del protagonista. Ed è devastante. Ma non c'è neanche il tempo di abituarsi a questa sensazione, perché ormai siamo arrivati alla conclusione del romanzo, che ci lascia quindi così, in balia delle nostre emozioni.

Consigliatissimo.

VOTO: 🌞🌞🌞🌞🌞
5

Vi ho convinti almeno un po' a dare una chance a questo autore?? Spero di sì! 
E per coloro che invece conoscono già questo libro: Cosa ne pensate del finale?? Avete altri libri di Simenon da consigliare?

Scusate le mille domande ma ho ancora un po' di frenesia addosso! 
Vi mando un bacione,

Silvia 💗

4 commenti:

  1. Ciao Silvia, già dal tuo post su fb mi hanno incuriosito le parole che hai speso per questo romanzo.
    Amo le storie che mi tengono incollata alle parole, di cui leggi 50 pagine senza neanche accorgertene. Per questo ero molto interessata alla tua recensione e dopo averla letta ho deciso di inserire questo libro nella mia WL. Un bacione Silvia e a presto :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaoo :) Io pensavo che non fosse il mio genere e invece è stata una bella sorpresa!!! Sono contenta di averti convinta, spero che ti piaccia, da pagina 50 in poi te lo leggi in un baleno! Un bacio grande

      Elimina
  2. Ehi Silviaaaa, ebbene si, non appena posso leggo anch'io questo libro, perchè mi hai incuriosita tantissimo!��✌

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concetta ciaoo :) Evvivaa, allora poi ne discuteremo insieme ahah Spero che ti piaccia quanto è piaciuto a me! Un bacione!!

      Elimina

Hai dei commenti o delle domande in testa? scrivile quì, possiamo discuterne insieme :)